Intervista a Edgar Mitchell

Pubblicato da davide il

Margerrison: Crede nella vita sugli altri pianeti?

Edgar Mitchell:Certamente. Non c’e neanche da discuterne. La vita esiste in tutto l’Universo. Noi non siamo assolutamente soli nell’Universo.

Margerrison: Quindi lei e convinto che non siamo soli nell’universo?

Mitchell: Oh, Io so per certo che non siamo soli nell’Universo. Siamo stati capaci di indentificare con certezza dove si trovano gli altri pianeti abitati? No, almeno non nel nostro sistema solare, ma ora sono stati identificati gia molti pianeti che potrebbero essere adatti ad ospitare la vita. Io sono abbastanza fortunato da essere al corrente del fatto che su questo pianeta noi siamo stati visitati e che gli UFO sono reali, sebbene la loro esistenza sia stata celata dai nostri governi per molto tempo.

Margerrison: Wow! Si fermi un attimo Questa e una notizia enorme! Per me e veramente uno shock.

Mitchell: Beh, mi dispiace, ma questo significa che non ha letto molti giornali ultimamente. L’argomento comincia ad essere discusso un pí piu liberamente adesso.

Margerrison: Quindi lei mi sta dicendo che ora ci sono molte piu informazioni disponibili. Aspetti un momento. Avevo giaí sentito un sacco di pazzoidi fissati con gli ufo parlare in questo modo, ma non avrei mai pensato che il Dr.Edgar Mitchell, il sesto uomo ad aver camminato sulla luna, uno scienziato di tutto rispetto, un giorno mi avrebbe detto che siamo visitati da alieni di altri pianeti e che loro esistono veramente cosi, senza discussioni

Mitchell: Beh, solo perche questa e la prima volta che me lo chiede, altrimenti glielo lo avrei gi detto.

Margerrison: (ridendo)Quindi lei crede a tutta la faccenda?

Mitchell: Fuori girano piu storie inventate che conoscenze reali ma il fenomeno e vero e ci sono alcuni di noi, poche persone, che sanno la verita. La faccenda e stata occultata dai nostri governi durante gli ultimi sessanta anni ma, lentamente, la verita ha cominciato a trapelare e pochi di noi hanno avuto il privilegio di esserne messi al corrente. Si da il caso che io sia cresciuto a Roswell, nel nuovo Messico, dove e probabilmente avvenuto líincidente del 1947 e sono abbastanza ben informato sui fatti, avendo vissuto . Ho anche vissuto in ambienti militari e di intelligence che sanno, al di la di quanto e stato divulgato al pubblico, che: si, siamo stati visitati.

Margerrison:Quindi sta parlando seriamente? Non e che sta pensando ora lo prendo un po in giro e non e vero niente? Mi chiedo se non sono incappato in un qualche tipo di humor in voga tra gli astronauti e, magari, tra un paio di minuti lei se ne saltera fuori dicendo che mi stavo solo prendendo in giro

Mitchell: No, non lo faro.

Margerrison: Wow! Quindi lei e stato messo al corrente del fatto che siamo stati visitati?

Mitchell: Beh, messo al corrente e solo un modo come un altro per definire la cosa. Sono stato coinvolto in molte di quelle attivita-non e la mia professione principale e non Ë neanche il primo dei miei interessi-ma sono stato coinvolto a fondo in comitati e programmi di ricerca dove agiscono scienziati e persone dei servizi che conoscono bene tutta la storia dallíinterno e non ho problemi a parlarne.

Margerrison: E qual’ e la storia dall’interno?

Mitchell:Quella che le sto dicendo: siamo stati visitati.

Margerrison: E un contatto di tipo continuato, oppure e stato solo un incidente, oppure?

Mitchell:Dunque: no, cio e in corso una sorta di contatto. Non so dire di piu perche non conosco le dimensioni della cosa ne i dettagli interni perche non e il mio principale interesse. Ma il fatto che siamo stati visitati, che nel luglio del 1947 l’incidente di Roswell e accaduto veramente e che un certo numero di contatti sono veri e stanno proseguendo Ë ben conosciuto da quelli di noi che sono stati informati e che si sono avvicinati allíargomento.

Margerrison: Ma allora, perche e stato tutto insabbiato? Perche non si parla di questo sui principali mezzi di comunicazione?

Mitchell:La ragione rimonta a necessita che divennero prioritarie dopo la Seconda Guerra Mondiale, almeno negli Stati Uniti. Non posso parlare per le altre nazioni come quelle europee o del Sud America. Anzi, quei governi uiltimamente hanno iniziato ad aprire i propri archivi su Internet e a darli alla stampa internazionale. Si puo gia verificare quante storie stiano uscendo fuori adesso.

Margerrison: In questo show ho avuto persone che dicevano che sempre piu governi sono propensi alla rivelazione ritenendo che sia arrivato il momento giusto. Pensa che il sia giunto il momento e che avremo la rivelazione ufficiale forse entro quest’anno? Pensa che i governo

Mitchell: Non so se negli Stati Uniti accadra questíanno, ma certamente negli ultimi anni abbiamo gia avuto ammissioni ufficiali da parte dei governi di Belgio, Francia, Brasile e Messico. Quei governi hanno aperto i loro archivi sugli UFO e, soprattutto, hanno ammesso di averli.

Margerrison: Ok, mi lasci raccapezzare. Ascolti, questo Ë quanto so io: alla trasmissione sono venute persone che hanno discusso sulle affermazioni della chiesa cattolica riguardo al fatto che il credere nella vita su altri pianeti non e in contrasto con la fede.

Mitchell: Certo, la cosa e successa recentemente in relazione, io credo, alla massiccia divulgazione da parte del governo Britannico di alcuni dei casi inglesi. Non erano i vostri casi piu segreti, ma erano alcuni casi.

Margerrison: Che accadra nei prossimi quattro anni, qui in Inghilterra verranno divulgati tutti i casi? Pensa che queste ammissioni da parte della Gran Bretagna ci avvantaggeranno?

Mitchell: Non so dire quanto velocemente accadra, ma a certo che la consapevolezza del pubblico sta crescendo, e anche la sua accettazione della realta degli UFO. D’altra parte sembra stiano diminuendo i tentativi palesi e occulti di disinformazione ed insabbiamento. Credo che stiamo andando verso reali rivelazioni grazie ad alcune serie organizzazioni che si muovono in quella direzione.

Margerrison: Lei ha avuto molto tempo per pensare a queste cose. Quale crede che sara l’impatto sul mondo quando finalmente i mezzi di comunicazione di massa daranno la notizia che ci sono esseri alieni provenienti dallíesterno di questo pianeta?

Mitchell: Bene, immagino che avremo tutta una serie di titoloni sull’argomento, almeno negli Stati Uniti dove ormai piu del 70% della gente accetta il fatto. Anche se la gente non conosce correttamente i fatti, sa che il fenomeno esiste, che abbiamo avuto visite dallo spazio e vede continuamente in cielo gli UFO pensando che si tratti di astronavi aliene. In realta non tutti i velivoli non identificati lo sono; sospetto che alcuni di essi abbiano origine terrestre perche negli ultini sessanta anni sono stati condotti molti esperimenti di retro-ingegneria (di tecnololgie aliene) che hanno portato alla creazione di questo tipo di ordigni, per altro non ancora progrediti come quelli dei visitatori.

Margerrison:Ha qualche timore per la sua vita a causa di queste conoscenze e del fatto di averle rese pubbliche?

Mitchell: Oh, penso che non siano piu quei tempi. Le persone a conoscenza di segreti prima avevano quel tipo di preoccupazione ma ormai non credo piu che qualcuno possa metterle fuori gioco o usare altri mezzi drastici contro di loro.

Margerrison: Quale crede che sia líintento degli alieni? Sono ostili o pacifici?

Mitchell: Assolutamente no, non sono ostilli. E ovvio che non sono ostili, altrimenti ci avrebbero gi spazzato via da tempo.

Margerrison: (ride) Davvero?!

Mitchell: Certo, non saremmo piu qui.

Margerrison: WOW!

Mitchell: Se quello fosse il loro intento non avremmo alcuna difesa.

Margerrison:Mi dica, a cosa assomigliano?

Mitchell: Lei ha visto alcune immagini. Le immagini che ho visto io raffigurano persone piccole con un aspetto che per noi risulta strano. Per quanto ne sappia dai miei contatti professionali che li hanno incontrati, quelle immagini sono abbastanza accurate.

Margerrison: Lei crede che altre persone coinvolte negli atterraggi sulla Luna siano a conoscenza di questo?

Mitchell: Alcune si ma, ancora una volta, solo quelle realmente interessate a conoscere i fatti, se si e sufficientemente motivati per scavare, prima o poi si riesce a conoscere i fatti. (squillo di cellulare)

Margerrison: Mi accorgo che lei e molto impegnato, sento che squilla il suo cellulare.

Mitchell: Si, la gente non mi lascia in pace. Il telefono suona tutto il giorno e io me ne sto qui per conto mio.

Margerrison: Questa e stata veramente una delle conversazioni piu importanti della mia vita, incredibile! Grazie per essere stato con noi.

Mitchell: Ci puoi scommettere.

Margerrison:E, Dr. Mitchell,mi ascolti, lei è veramente un grande amico della trasmissione, spero proprio che voglia accettare tutta la nostra amicizia e..WOW che incredibile conversazione! Grazie per essere stato con noi.

Mitchell: Sono contento che l’abbia apprezzata.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *